Genova Film Festival

CICCIO E BEBÈ RIDERE DA NOBILI

CICCIO E BEBÈ RIDERE DA NOBILI

CICCIO E BEBÈ RIDERE DA NOBILI
Ciro Abd El (2018 – 45’ – Documentario)

Soggetto Franco Canevesio; Sceneggiatura Ciro Abd El; Franco Canevesio, Steven Gold; Fotografia Francesca Cangiotti; Suono Matteo Nigro; Montaggio ABC VIDEO di Ciro Abd El; Musica MUSICMEDIA Edizioni musicali
Produzione e distribuzione Giovanna De Rege, “Associazione Castello di Rocca Grimalda” 

LA TRAMA
Il giornalista Franco Canevesio riceve l’incarico dalla famiglia De Rege di recuperare la memoria di due antenati, Giorgio e Guido De Rege, noti presso il pubblico degli anni 30 e ‘40 come Ciccio e Bebè. L’incarico gli viene affidato nel castello di Rocca Grimalda, residenza di famiglia. Franco accetta  perché è senza lavoro, ma si rende presto conto che il compito affidatogli è molto arduo: dei due attori, popolarissimi in vita, oggi non rimane quasi nulla. La gente non sa nemmeno chi sono. Solo gli addetti ai lavori riconoscono la loro genialità e la loro carica innovativa. Nella memoria collettiva rimane unicamente la frase con la quale, all’inizio di ogni loro sketch, Bebè apostrofava Ciccio: “Vieni avanti cretino!”

L’AUTORE
A Torino si occupa a più riprese di progetti educativi e di formazione in contesti problematici: carcere Ferrante Aporti, quartieri di Vallette, Lucento, Madonna di Campagna.Dal 1992 costituisce la ditta individuale ABC VIDEO e opera come videomaker. In questi ultimi anni: filmato di presentazione dell’Università degli Studi di Genova, video per la Camera di Commercio di Lodi, Festival della Scienza di Genova. Per l’Unione Femminile Nazionale il documentario L’Unione Femminile Nazionale nella Grande Guerra.  Il filmato Maestra, ma tu che lavoro fai? è stato presentato al Concorso Obiettivo Liguria del 19° GENOVA FILM FESTIVAL.Ha in fase di lavorazione un documentario sui Fratelli De Rege, comici dell’avanspettacolo quasi del tutto dimenticati dal grande pubblico, riproposti negli anni ’70 dalla celebre coppia Walter Chiari e Carlo Campanini.

Con la regia di Teo De Luigi sta realizzano documentario Senza radici che racconta storie di migranti giunti in Italia.

 

PASSWORD RESET

LOG IN